Ti trovi in: ROSMINIANA / Rebora Studies

TRA PAROLE E PAROLA

ROSMINIANA, 08-05-2014
La poesia di Clemente Rebora. Conferenza in occasione della Giornata Mondiale della Poesia – Varese 21 marzo 2014
I suoi versi uniscono una ricchezza formale lussureggiante, talvolta spericolata, a una musicalità pietrosa, persino dissonante, e a una intensa e inquieta ricerca di adesione alla vita, lo specchio di un’esistenza vissuta senza sconti, con serietà assoluta, che affascina anche oggi chi lo incontra. Clemente Rebora è un poeta che ha scritto e operato nella prima metà del novecento. Il prof. Gianni Mussini, in occasione della Giornata Mondiale della Poesia, ne delinea i tratti fondamentali.

REBORA IN CONTROLUCE

ROSMINIANA, 30-09-2011
Gli anni del silenzio attraverso i misteriosi fragmenta e nella testimonianza di un discepolo (Intervista del Prof G. Mussini al Prof. C. Carena)
Il prof. Gianni Mussini intervista il prof. Carlo Carena, che di Rebora è stato alunno al Collegio Mellerio-Rosmini di Domodossola dal 1939 al 1943. Nella prima parte il prof. Carena ricorda quasi in presa diretta diversi momenti di quella sua esperienza. Nella seconda, riflette invece sui preziosi fragmenta emersi dall’Archivio Rosminiano di Stresa, testimonianza privilegiata del silenzio poetico cui in quegli anni si era votato Clemente Rebora.

IL SEGRETO DI CLEMENTE REBORA

ROSMINIANA, 20-09-2011
Dai Frammenti lirici ai Canti dell'infermità: anima e parole di un poeta (Videocorso tenuto dal Prof. Gianni Mussini e dal Prof. Roberto Cicala)
Le lezioni del videocorso illustrano l'intero percorso biografico e letterario di Clemente Rebora (1885-1957), dalla formazione familiare, laica e mazziniana, sino all'esperienza vociana con l'edizione dei Frammenti lirici (1913); cui seguiranno, via via, la partecipazione alla Grande Guerra, l'amore tormentato per Lidia Natus, la collaborazione al Convegno e infine, dopo la conversione al cattolicesimo, l'approdo a Rosmini. Non mancano testimonianze del più che ventennale silenzio poetico cui l'ormai Padre Rebora si consegna, prima di scioglierlo negli ultimi anni di vita quando, gravemente malato, compone l'ultimo grande sussulto poetico del Curriculum vitae (1955) e dei Canti dell'infermità (1956). Due intense testimonianze del prof. Carlo Carena completano il videocorso.

CLEMENTE REBORA: TRA MELMA E SANGUE

ROSMINIANA, 12-11-2008
Lettere e poesie di guerra – Conferenza sul volume edito da Interlinea Edizioni – Milano 12 novembre 2008
Uno dei maggiori poeti del Novecento testimonia la crisi drammatica della prima guerra mondiale, vissuta attraverso una vigilia tumultuosa e poi un’esperienza personale tragica «tra melma e sangue» che lascia una ferita indelebile. Scritta tra il 1914 e il 1917, la raccolta è stata curata da Valerio Rossi e pubblicata da Interlinea Edizioni.
Riconosciuto dal MIUR come ENTE DI RICERCA
Curricula studiorum dei
Docenti e dei Relatori.
Registrati alla newsletter potrai ricevere le news relative alle aree tematiche di tuo interesse.