Ti trovi in: ROSMINIANA / News / Videoconvegni

I SEMI DEL VERBO

ROSMINIANA, 11-03-2017
Nel pluralismo religioso, teologico e filosofico - XVII Corso dei Simposi Rosminiani - Stresa 23-26 agosto 2016 - Videoregistrazione completa
Individuare il tessuto ideale comune, o fondamento, che la ragione riconosce a tutte le religioni per l’apertura della volontà umana al riconoscimento di una verità soprannaturale, quindi trascendente. È stato questo l’obiettivo della XVII edizione dei Simposi Rosminiani, promossa dal Centro Internazionale di Studi Rosminiani di Stresa e con la partecipazione del Servizio Nazionale per il Progetto Culturale della Conferenza Episcopale Italiana.

L'UNUM ARGUMENTUM E IL QUAERERE DEUM ANSELMIANI

QUAESTIO DEI, 03-02-2017
VIDEOCONVEGNO: “Metaphysics Reloaded” (Relazione del Prof. Matteo Zoppi)
Presentare e ricostruire la genesi dell'argomento del Proslogion nella sua continuità rispetto ai contenuti del Monologion e al più ampio progetto di ricerca monastica anselmiano. Questo l’obiettivo dell’intervento, attraverso l'esame delle diverse fonti, classiche e cristiane, assieme al costante riferimento ad altri testi di Anselmo, precedenti e successivi al Proslogion.

PER UNA FONDAZIONE ONTOLOGICA DEL NON ESSERE. PERCORSI SPECULATIVI NELLA TEOLOGIA KANTIANA

QUAESTIO DEI, 13-01-2017
VIDEOCONVEGNO: “Metaphysics Reloaded” (Relazione del Prof. Luca Ferrara)
All’interno della speculazione occidentale, il contributo del criticismo kantiano si è rivelato più volte fondamentale nel chiarire e nell’avanzare soluzioni nel campo di ricerca della metafisica. Guardando alle analisi emerse negli studi più recenti, si vuole analizzare il concetto di Dio e la prova della sua esistenza così come viene presentata da Kant nello scritto del 1763: “L’unico argomento possibile per una dimostrazione di Dio”. Muovendo dalla distinzione leibniziana-wolffiana, tra possibile, compossibile e reale, Kant perviene a una ridefinizione della nozione della nozione di esistenza.

IL GENERE EPISTOLARE

ROSMINIANA, 17-12-2016
Fonte rilevante per la ricostruzione della storia del pensiero - Convegno di Studio - Università degli Studi di Genova - 4 maggio 2016
Approfondire il ruolo del mezzo epistolare per la divulgazione delle idee dei filosofi, delle esperienze dei letterati e degli uomini di cultura. È stato questo l’obiettivo del convegno promosso dall'Università di Genova in occasione della comparsa del primo volume dell’Edizione Critica delle Lettere di Antonio Rosmini. La nuova Edizione intende fornire uno strumento di studio sull'esperienza umana, intellettuale e ascetica, di uno dei pensatori più attivi nell'Ottocento, educatore della nazione italiana, animatore della ricerca metafisica e morale, teologo, pensatore politico.

SE POSSIBILE, ALLORA NECESSARIO. LEIBNIZ E GÖDEL SULL'ARGOMENTO ONTOLOGICO

QUAESTIO DEI, 10-11-2016
VIDEOCONVEGNO: “Metaphysics Reloaded” (Relazione del Prof. Alessandro Rossi)
Far emergere alcune assunzioni implicite alla base delle prove ontologiche di Leibniz e Gödel. Sebbene sia ormai usuale riferirsi alla prova di Gödel come a una variante modale della prova di Leibniz, si vuole sostenere che l'accettazione dell'una non implica necessariamente l'accettazione dell'altra. In primis, perciò che concerne la prova di Leibniz, si vuole mostrare come sia possibile sfuggire alla nota obiezione di Kant, secondo cui l'esistenza non denoterebbe una proprietà reale.

RESTAURATIO AB IMIS. POLITICA E METAFISICA NEL NUOVO SAGGIO SULL’ORIGINE DELLE IDEE DI ROSMINI

ROSMINIANA, 04-10-2016
VIDEOCONVEGNO: “Metafisica e Democrazia” (Relazione del Prof. Biagio Muscherà)
Chiarire il rapporto intrinseco fra meditazione politica e metafisica e, dunque, la sua unitarietà. Questo fa della filosofia “pratica” di Rosmini non un ‘corollario’ - contingente - della sua meditazione antropologico-metafisica, che emerge dal Nuovo saggio sull’origine delle idee, opera in cui Rosmini getta le fondamenta del suo «sistema della verità» e in cui si scorge un rimando alla meditazione politica giovanile.

LA DEMOCRAZIA INTESA COME “PARTECIPAZIONE” NON SI PUÒ SOTTOPORRE A REFERENDUM

ROSMINIANA, 06-09-2016
VIDEOCONVEGNO: “Metafisica e Democrazia” (Relazione della Dr.ssa Stefania Zanardi)
Il dibattito sulla “democraticità” della metafisica nell'ambito etico-politico è chiamato a rispondere ai seguenti interrogativi: si può fondare la democrazia su valori assoluti? La “dignità della persona” è un concetto relativo solamente alle diverse aree geografiche o ai diversi momenti storici, oppure assume caratteri di assolutezza ed è sempre e comunque valido, sia pure in differenti condizioni? Utile appare il riferimento al personalismo rosminiano. La persona è il fondamento della vita umana e sociale.

IL RAPPORTO TRA INDIVIDUO E SOCIETA’ IN ROSMINI. UNA RIFLESSIONE TRA TEORESI, MORALE E POLITICA

ROSMINIANA, 06-09-2016
VIDEOCONVEGNO: “Metafisica e Democrazia” (Relazione del Dr. Vincenzo Parisi)
Con il sintetico confronto con Kant e Hegel, si fanno emergere i momenti in cui il filosofo roveretano elabora la sua concezione etico-politica nei suoi aspetti critici nei confronti sia di una concezione democratica rousseauiana che di una concezione politica legata al conservatorismo o all'attivismo. Attraverso le considerazioni di Piovani si cerca di collocare la prospettiva rosminiana in una posizione di attualità facendo luce sulle sue riflessioni organiche e solide che spaziano tra la teoresi la morale e la politica.

ROSMINI DOPO IL “RITORNO DELLA RELIGIONE”. METAFISICA E DEMOCRAZIA

ROSMINIANA, 04-08-2016
VIDEOCONVEGNO: “Metafisica e Democrazia” (Relazione del Prof. Don Fernando Bellelli)
Di fronte alla sfida attuale del “ritorno della religione” s’intende affrontare il problema “democrazia e metafisica” a partire dal duplice plesso tematico: “verità e maggioranza” e “libertà di coscienza ed ethos/legge universale”. L’ermeneutica che s’intende proporre è quella d’interpretare il soggetto a partire dal riconoscimento del principio religioso come elemento costitutivo e fondativo dell’identità del soggetto stesso e, rosminianamente, articolare tale elemento come essenziale a proposito della teoresi relativa alla libertà ontologica del soggetto medesimo.

PER UNA CRITICA ALL'ONTOTEOLOGIA KANTIANA. KANT E LE CONTRADDIZIONI NON-ANALITICHE

QUAESTIO DEI, 14-07-2016
VIDEOCONVEGNO: “Metaphysics Reloaded” (Relazione del Dr. Luca Vettorello)
E' possibile una metafisica dopo Kant? L'analisi di alcuni passaggi della Critica della Ragion Pura possono far emergere alcuni interessanti aspetti della celebre critica kantiana alla prova ontologica, i quali potrebbero curiosamente offrire lo spunto per una risposta alle obiezioni ivi sollevate dello stesso Kant.
Riconosciuto dal MIUR come ENTE DI RICERCA
Curricula studiorum dei
Docenti e dei Relatori.
Registrati alla newsletter potrai ricevere le news relative alle aree tematiche di tuo interesse.